Benvenuto in Frilli Editori

NOVITA' "POKER CON LA MORTE" di Marvin Menini

E-mail Stampa PDF

pagg. 252 coll. I Tascabili Noir € 11,90 Isbn 9788869431739

ACQUISTA QUESTO TITOLO ADESSO CON SCONTO -15% + 1 LIBRO OMAGGIO CLICCA SU: "POKER CON LA MORTE"


Genova, anno 2016. Matteo De Foresta è un giornalista. Sposato con Barbara, hanno una figlia ma la loro relazione è in crisi. Decide di aiutare Evgeni, un suo amico scassinatore a cui deve la vita, per scoprire chi ne ha ucciso il cugino probabilmente con un veleno che non lascia tracce. Le indagini lo porteranno ad un misterioso giocatore del Poker online, Osiride. Nel mentre, Evgeni viene assassinato con un colpo alla nuca, rafforzando le intenzioni di Matteo di scoprire il colpevole. Con l’aiuto di Attilio, giocatore di Poker paralizzato e sulla carrozzina, riuscirà ad infiltrarsi nelle partite clandestine a casa di Rodolfo Mutti, avvocato e primo sospettato. Nel mentre il giornale di Matteo è a rischio chiusura. Direttrice pro tempore viene nominata l’avvenente Clara Manzini, al cui fascino Matteo non sarà insensibile. A toglierlo dai guai sarà come sempre il suo amico vicequestore Guido Rocchetti.


Marvin Menini è nato a Genova il 18.02.1971. Ha un figlio di nove anni. E' laureato in Medicina e Chirurgi ed è specialista in Ortopedia e chirurgia della mano. E' appassionato di cucina, poker e letteratura noir. Ha giocato 23 anni a Pallanuoto. Nel 2012 ha pubblicato in self-publishing una raccolta di racconti noir dal titolo Semi Neri su ilmiolibro.it, partecipando al concorso “ilmioesordio 2012” e giungendo in semifinale. Nel 2015 ha pubblicato sempre su ilmiolibro il romanzo Nel cuore del centro storico ed ha partecipato al concorso “Ilmioesordio2015”. Il libro è arrivato in finale, selezionato assieme ad altre 50 opere da scuola Holden. Pubblicato anche su Amazon in ebook, Nel cuore del centro storico ha venduto dal 30 Luglio 2105 ad oggi più di 5000 copie.

NUOVA EDIZIONE "CELTIQUE" di Maria Masella

E-mail Stampa PDF

pagg. 252 coll. I Tascabili Noir € 11,90 Isbn 9788869431746

ACQUISTA QUESTO TITOLO ADESSO CON SCONTO -15% + 1 LIBRO OMAGGIO CLICCA SU: "CELTIQUE. MARIANI IL PASSATO RITORNA"


Il commissario Mariani ha un omicidio ufficiale del quale occuparsi: un senegalese è stato accoltellato a Genova poco lontano da Raibetta. Forse era uno spacciatore, forse no. Ha anche un “caso non ufficiale”, molto più coinvolgente: l’uomo che anni prima gli aveva dato il soprannome Celtique, e che è attualmente latitante, gli chiede di dimostrare l’innocenza della sua donna. Nelle giornate di Mariani si intrecciano due indagini nelle quali nulla è, forse, come appare; due indagini che lo costringono a fare un bilancio delle proprie scelte.


Maria Masella è nata a Genova. Ha partecipato varie volte al Mystfest di Cattolica ed è stata premiata in due edizioni (1987 e 1988). Ha pubblicato una raccolta di racconti – Non son chi fui – con Solfanelli e un’altra – Trappole – con la Clessidra. Sempre con la Clessidra è uscito nel 1999 il romanzo poliziesco Per sapere la verità. La Giuria del XXVIII Premio "Gran Giallo Città di Cattolica" (edizione 2001) ha segnalato un suo racconto La parabola dei ciechi, inserito successivamente nell’antologia Liguria in giallo e nero (Fratelli Frilli Editori, 2006). Ha scritto articoli e racconti sulla rivista "Marea". Per Fratelli Frilli Editori ha pubblicato Morte a domicilio (2002), Il dubbio (2004), La segreta causa (2005), Il cartomante di via Venti (2005), Giorni contati (2006), Mariani. Il caso cuorenero (2006), Io so. L’enigma di Mariani (2007), Primo (2008), Ultima chiamata per Mariani (2009), Mariani e il caso irrisolto (2010), Recita per Mariani (2011), Per sapere la verità (2012), Celtique (2012, terzo classificato al Premio Azzeccagarbugli 2013), Mariani allo specchio (2013), Mariani e le mezze verità (2014), Mariani e le porte chiuse (2015) e Testimone. Sette indagini per Antonio Mariani (2016). Per Corbaccio ha pubblicato Belle sceme! (2009). Per Rizzoli, nella collana youfeel, sono usciti Il cliente (2014), La preda (2014) e Il tesoro del melograno (2016). Morte a domicilio e Il dubbio sono stati pubblicati in Germania dalla Goldmann. Nel 2015 le è stato conferito il premio "La Vie en Rose". Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. www.mariamasella.it https://www.facebook.com/masella.maria

NOVITA' "MORTE A SAN SIRO" di Alessandro Bastasi

E-mail Stampa PDF

pagg. 288 coll. I Tascabili Noir € 12,90 Isbn 9788869431722

ACQUISTA QUESTO TITOLO ADESSO CON SCONTO -15% + 1 LIBRO OMAGGIO CLICCA SU: "MORTE A SAN SIRO"


«In zona San Siro a Milano una macabra scoperta ha funestato questa mattina il lavoro di Khalid Buhar, macchinista dell’impresa edile Milano Costruzioni, mentre si accingeva a spianare il terreno a ridosso di una vecchia villa, abbattuta per far posto a un nuovo ipermercato di proprietà del magnate svizzero Karl Heimer. Stava operando con la scavatrice quando, dalle macerie, sono improvvisamente venuti alla luce alcuni resti umani». Guido Barbieri, professore di storia in pensione, non ha dubbi: si tratta di Angela Pozzi, scomparsa a 17 anni nel lontano 1965. Una ragazza della quale lui, diciottenne, era follemente innamorato. Ma sembra che la morte di Angela Pozzi interessi solo a lui e di riflesso alla figlia Laura, giornalista di un’emittente televisiva. La magistratura ha infatti gatte da pelare molto più urgenti e pressanti. Sarà però un nuovo inaspettato delitto a richiedere l’intervento deciso di Daniele Ferrazza, un commissario di polizia giudiziaria che nutre per Laura un interesse non soltanto professionale. Il commissario si troverà ad affrontare un caso oscillante tra passato e presente, all’apparenza indecifrabile. Tanto indecifrabile da sfuggire ai canoni classici dei fatti di sangue. La vera protagonista del romanzo è come sempre Milano, con la trasformazione che ha subito, dagli anni Sessanta ad oggi, da città industriale a città di servizi multietnica, dove sono scomparse le latterie, i trani, il fumo delle ciminiere e lo smog delle caldaie a carbone, lasciando il posto ad asettici uffici, al proliferare dei media, al trionfo del digitale. Una mutazione nella quale si specchia il rapporto non facile tra un padre cresciuto sull’onda ideologica di un Novecento che non c’è più e una figlia pragmatica e interamente dedita alla carriera professionale, e nella quale la presenza ingombrante dei media nei casi giudiziari diventa la normalità. “Oggi i processi si fanno in televisione”, commenta uno dei personaggi. Una realtà del nostro tempo che qui trova l’ennesima conferma.


Alessandro Bastasi è nato a Treviso nel 1949. A 27 anni si è trasferito a Milano, dove attualmente vive e lavora. Con un passato di attore teatrale, a Venezia ha recitato al teatro Ridotto con il mitico Gino Cavalieri, ha continuato in seguito a calcare le scene fino all'ultima partecipazione nell’atto unico Virginia (2010) di Giuseppe Battarino e altri. Nella seconda metà degli anni ’70 ha scritto numerosi articoli di argomento teatrale per riviste del settore (“Sipario”, “La Ribalta”). Tra il 1990 e il 1993 ha vissuto a Mosca. Gli avvenimenti di quegli anni – di passaggio dall’URSS alla nuova Russia – gli hanno dato materia per il suo primo romanzo La fossa comune, pubblicato nel 2008 e ambientato nella capitale russa. In seguito ha dato alle stampe: La gabbia criminale (romanzo, Eclissi Editrice 2010), Città contro (romanzo, Eclissi Editrice 2011), Ologrammi (racconto, MilanoNera Edizioni 2012), La caduta dello status (racconto pubblicato sul quotidiano “Il Manifesto” 2012), Cronaca di un’apocalisse annunciata (racconto, nell’antologia Cronache dalla fine del mondo, Historica Edizioni 2012), La scelta di Lazzaro (romanzo, Meme Publishers editore 2013), Milan by night (racconto, nell’antologia Una notte a Milano, Novecento Editore 2014) ed Era la Milano da bere (Fratelli Frilli Editori, 2016). Altri racconti sono presenti in vari siti letterari.

BANDO PRIMA EDIZIONE CONCORSO LETTERARIO DEDICATO A MARCO FRILLI

E-mail Stampa PDF

Da un'idea dello scrittore savonese Roberto Centazzo e dello speaker radiofonico Marco Pivari, ideatori del fortunato programma radiofonico Noir is Rock, nasce, in collaborazione con la Fratelli Frilli Editori, la prima edizione del Premio Letterario Marco Frilli per scrittori esordienti.

Il premio è aperto a tutti ed è riservato esclusivamente ai racconti brevi “Short stories” di genere giallo/noir e di ambientazione italiana. I racconti dovranno essere di lunghezza non superiore alle 8400 battute spazi compresi (3 pagine formato word) e dovranno essere inviati tramite mail all’indirizzo: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. Le opere devono essere inviate al suddetto indirizzo mail entro e non oltre il 15 giugno 2017. Una giuria di esperti del genere Noir decreterà il racconto vincitore che verrà pubblicato nell’antologia dedicata al compianto editore Marco Frilli, curata dallo scrittore Armando d’Amaro. L’antologia comprenderà racconti di autori Frilli già noti e sarà pubblicata entro il mese di ottobre del 2017. Il vincitore sarà inoltre intervistato nel programma radiofonico Noir is Rock in onda su Radio Savona sound, radio Gold, radio Voghera, radio Pavia, radio 2 Basilicata, RVL La radio Verbania, radio Club 103 Dolomiti e radioM Calabria. Il vincitore inoltre qualora avesse un romanzo nel cassetto, potrà inviarlo alla Fratelli Frilli che lo valuterà in via preferenziale riservandosi di pubblicarlo. Parte del ricavato dell’antologia sarà devoluto, al netto delle spese, alla Onlus Gigi Ghirotti di Genova. Il concorso è gestito dall’associazione culturale Amici di Radio Savona sound che avrà il compito di valutare la corrispondenza delle opere alle norme del bando e che esaminerà i racconti pervenuti col sistema delle letture incrociate avvalendosi di collaboratori competenti in materia, tra cui gli scrittori Andrea Novelli e Gianpaolo Zarini. I racconti più meritevoli saranno quindi inviati a una giuria esterna al fine di garantire la massima trasparenza e serietà e in modo tale che né l’editore, né gli organizzatori possano scegliere il vincitore o influire sul giudizio finale. La giuria esterna sarà composta da: Patrizia Debicke, scrittrice e giornalista, autrice di recensioni per MilanoNera web press, Mente Locale, Writers Magazine, Libro Guerriero, The Blog Around The Corner e Contorni di Noir; Cristina Marra, scrittrice, giornalista, presentatrice, autrice di recensioni per MilanoNera e Global Press; Cecilia Lavopa, curatrice del blog Contorni di Noir, autrice di recensioni e interviste; Manuel Figliolini, curatore del blog La Bottega del Giallo, autore di recensioni e interviste; Valerio Varesi, scrittore di fama internazionale e giornalista del quotidiano La Repubblica, dai suoi romanzi è stata tratta la serie televisiva Nebbie e Delitti con Luca Barbareschi.


Ecco la scheda da compilare per la partecipazione clicca qui


Ciascun giurato assegnerà un punteggio da uno a cinque ai racconti. Il racconto vincitore sarà quello che avrà conseguito il punteggio più alto. La partecipazione al concorso comporta il versamento di una quota di iscrizione di € 20. La ricevuta del pagamento della quota di iscrizione dovrà essere scannerizzata e allegata al racconto. Il versamento dovrà essere effettuato sul C\C intestato a Associazione Culturale Amici di Radio Savona Sound IBAN: IT07N0875310600000100113877 Il vincitore si impegna a cedere i diritti del suo racconto alla Fratelli Frilli Editori. La partecipazione al Premio comporta l’accettazione e l’osservanza di tutte le norme del presente bando.

NOVITA' " L'ALTRA FACCIA DI MILANO" di Adele Marini

E-mail Stampa PDF

pagg. 368 coll. I SuperNoir € 14,90 Isbn 9788869431630

ACQUISTA QUESTO TITOLO ADESSO CON SCONTO -15% + 1 LIBRO OMAGGIO CLICCA SU: "L'ALTRA FACCIA DI MILANO"


Un hard disk zeppo di file criptati. Uno strano omicidio che pare di semplice soluzione ma che in realtà nasconde l’oscurità di un mondo a parte. Niente in questo romanzo intessuto di bugie e segreti è quello che appare. Il cadavere di un ragazzino rinvenuto a Milano dà il via a un’indagine la cui soluzione sembra scontata. Il fascicolo con l’ipotesi di reato di omicidio è appena stato aperto quando il commissario Vincenzo Marino deve assentarsi per qualche giorno: una raccomandata lo ha convocato a Lugano, presso una società fiduciaria. La notizia che riceve dall’avvocato d’affari Fréderik Moïses lo tramortisce: il colonnello Glauco Sereni, un ex carabiniere con il quale in passato aveva condiviso diverse indagini è rimasto ucciso in un incidente stradale e ha nominato suoi eredi lui e la collega Sandra Leoni, sua vice ai tempi in cui lavoravano insieme alla sezione Omicidi della quadra mobile di Milano. Marino e Leoni non avevano mai nutrito né simpatia né amicizia nei confronti del defunto colonnello Sereni che giudicavano un personaggio ambiguo e con troppe ombre. Effettivamente il colonnello era stato un agente dei Servizi di intelligence e come tale, per sua ammissione, aveva partecipato a oscure operazioni in giro per il mondo: un modo di servire lo Stato che agli occhi dei due commissari rappresentava un'anomalia, lontana dalla loro integrità morale. L’eredità consiste in un rustico in Sardegna e in un gozzo da pesca ormeggiato sulla costa orientale. Marino e Leoni, un tempo legati da un sentimento perennemente in bilico fra l’amicizia e l’attrazione fisica, decidono di andare insieme a dare un’occhiata. Arrivati sull’isola, temendo una trappola postuma del colonnello, si dedicano a una meticolosa perquisizione al termine della quale rinvengono l’hard disk. L’archivio segreto del colonnello? Leoni ne apre uno a caso. È datato 1992 e la lettura si rivela un vero e proprio viaggio nell’inferno della ex Jugoslavia in pieno massacro. La lettura del diario del colonnello fa da contrappunto alle indagini sulla morte del ragazzino che si rivelano ben più complesse di come erano apparse all’inizio e la cui soluzione è un altro viaggio nel cuore del male assoluto di una Milano rapace, spietata e indifferente.


Adele Marini, giornalista milanese specializzata in cronaca nera, ha lavorato per importanti settimanali nazionali e collaborato con diversi quotidiani. Il suo primo romanzo, Il Consulente (Mario Modica editore, 1994), che ha per argomento l’infiltrazione di Cosa nostra nell’imprenditoria del Nord, ha aperto la strada per quel genere letterario fra attualità e invenzione che gli anglosassoni chiamano nonfiction novel. Strada che l’autrice ha proseguito con la trilogia “mafiosa”: Milano solo andata (2005), con cui ha vinto il “Premio Azzeccagarbugli 2006”, Naviglio blues (2008), entrambi pubblicati sia in Italia, dalla Frilli editori, sia in Germania da Random House-Goldmann, e A Milano si muore così (2013), dedicato alla ‘ndrangheta, ai suoi riti e all’infiltrazione nei lavori per Expo. Anche questo romanzo, pubblicato dalla Frilli, ha ottenuto il Premio Azzeccagarbugli 2014 nonché il premio nazionale M.E.I.per l’impegno contro le mafie. L’ultima fatica: Io non ci sto (2014 Feltrinelli), è dedicata invece ai servizi segreti e alle loro responsabilità nella destabilizzazione del Paese e nei depistaggi. Della stessa autrice, racconti inseriti in prestigiose antologie e infine due saggi pubblicati in eBook: I fondamentali della scrittura d’indagine (2010) e Arriva la scientifica (2011) ai quali hanno già attinto alcuni studenti per le tesi.

Pagina 1 di 28