"UNA STORIA NELLA STORIA" di Gilberto Salmoni

E-mail Stampa PDF

pagg. 216 coll. Tascabili Saggistica/Biografie € 11,50

Isbn 978-88-7563-820-7

ACQUISTA QUESTO TITOLO ADESSO CON SCONTO -15% + 1 LIBRO OMAGGIO

CLICCA SU: UNA STORIA NELLA STORIA


“[A Buchenwald] sentivi di essere vicino a uomini di alto livello, non con riferimento al ruolo che avevano avuto, ma per come si comportavano: erano persone come te. Il ruolo di prima era cancellato e sentivi una vicinanza che ti dava una forte carica. Lo vedo adesso. Allora non lo percepivo. Sentivo che eravamo legati allo stesso destino, che avevamo lo stesso nemico e cercavamo di fare il possibile per aiutarci”. Queste riflessioni di Gilberto Salmoni scorrono sotterranee lungo tutto il racconto della sua esperienza di internamento a Fossoli e Buchenwald, rievocata con la freschezza e l’immediatezza dello sguardo del ragazzo di allora e filtrate dall’esperienza di oggi. Nel testo prendono vita episodi di un passato lontano, affiorano volti di persone care e di sconosciuti, risuonano frammenti di dialogo evocati dalla parola fluida e precisa dell’autore, in un testo dove tutto, anche l’appendice documentaria, vuole testimoniare la grande tensione verso ideali di giustizia, libertà e uguaglianza che avrebbero dovuto animare la nuova società uscita dalla guerra.

 

Gilberto Salmoni (Genova 1928), laureato in ingegneria e in psicologia, ha lavorato, in momenti successivi, in entrambi i settori. Internato a quindici anni con la famiglia a Fossoli, deportato a Buchenwald col fratello maggiore, è oggi presidente della sezione di Genova dell’ANED (Associazione ex deportati politici e razziali) e svolge attività di testimonianza nelle scuole. Sull’esperienza della deportazione ha pubblicato: I fratelli hanno ucciso i fratelli in Una gioventù offesa. Ebrei genovesi ricordano, a cura di Chiara Bricarelli, Giuntina 1995, riproposto col titolo Buchenwald a 16 anni in Una traccia di riso sul sentiero. Singoli piccoli ricordi 1943-1945, a cura di Saverio Tutino, Editrice Consumatori, Galeata (Imola), 1996 ed infine la riflessione Coerenza e coraggio. Italiani in guerra, con prefazione di Marco Doria, Fratelli Frilli Editori, Genova, 2005.

La Curatrice, Anna Maria Ori, è nata a Carpi (Mo) il 20 aprile 1942. Dopo aver insegnato italiano e storia nella scuola media superiore, si è dedicata alla ricerca e alla didattica della storia, collaborando, tra l’altro, con il Comune di Carpi, l’Istituto Storico di Modena e in particolare con la Fondazione ex-campo Fossoli, per la quale ha pubblicato, tra l’altro, Il Campo di Fossoli. Da campo di prigionia e deportazione a luogo di memoria, APM, Carpi, 2004 e Uomini nomi memoria. Fossoli 12 luglio 1944, APM, Carpi, 2004 (con Carla Bianchi e Metella Montanari). Collabora con gli Istituti culturali di Carpi con laboratori di storia locale per le scuole e per adulti, curando la pubblicazione dei lavori prodotti. Dal 2006 ha assunto la direzione editoriale della Collana di Studi Storici economici e sociali della Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi, pubblicando sette volumi di ricerca e approfondimento della storia locale, in cui, oltre a vari contributi personali, ha coordinato i lavori di una settantina di studiosi e ricercatori. Nel 2011 ha collaborato con Graziano Malagoli alla stesura del Dizionario del dialetto carpigiano, introduzione di Fabio Foresti, Mc Offset, Modena.