ALFREDO FRANCHINI " UOMINI E DONNE DI FABRIZIO DE ANDRE' "

E-mail Stampa PDF

Autore Alfredo Franchini
Titolo  Uomini e donne di Fabrizio De André
Conversazioni ai margini
Formato 12 x 19
ISBN  88-7563-160-3
Pagine  152
Prezzo  € 4,10

A sette anni dalla morte di Fabrizio De André (11 gennaio 1999) Fratelli Frilli Editori ricorda il grande cantautore genovese riproponendo in formato tascabile il volume già pubblicato nel novembre del 2000 (e ristampato il mese seguente), ormai esaurito: Uomini e donne di Fabrizio d’André di Alfredo Franchini.

Il libro: Non c'è distinzione tra l'uomo e il poeta, tra l'uomo e il cuoco di una sera, tra l'artista e l'agricoltore. Così un amico ricostruisce le conversazioni di vent'anni sulla politica, l'arte, l'economia e le parole di Fabrizio diventano lezioni di vita. Come dalle canzoni traspare l'enorme spiritualità, la smisurata carica umana, l'ansia di giustizia, il sogno dell'anarchia. E tra gli aneddoti, la delicatezza d'animo, gli enormi valori, prende corpo un ritratto inedito del grande cantautore genovese. "Uomini e donne di Fabrizio De André", ha detto la scrittrice Luisa Ginzburg, "è un volume bello perché è una sorta di ricostruzione a posteriori di episodi anche marginali e meno conosciuti del De André uomo ancora prima che musicista".Fabrizio parla di politica, d’arte, di economia e le sue parole prendono la forma d’insegnamenti. Non lezioni, ma sommesso argomentare da “maestro di vita”. Come nelle sue canzoni, traspare così l’impronta della sua anima, l’ansia di giustizia mai venuta meno e il sogno, sempre coltivato, dell’anarchia. Chi ha conosciuto Fabrizio De André sa che con lui si poteva parlare di tutto ed apprendere; mai una cosa sola: suonare, mangiare, discutere, bere, fumare; con lui, molto semplicemente, “si viveva”. A queste conversazioni fa da sfondo il clima culturale e politico degli anni Settanta e Ottanta, col forte incremento dei nuovi poveri, immigrati, zingari, ai margini di quella società che Fabrizio aveva definito “l’economia del dono”.In mezzo, le opere del cantautore-poeta; quelle canzoni che, attraverso le storie di molti eroi “al contrario“, in una magica fusione tra musica e versi, ci hanno fatto conoscere la sopraffazione dei forti, le loro e le altrui miserie, le tante solitudini di uomini e donne, la guerra, la follia, la morte. Uomini e donne di Fabrizio De André si dipana tra l’immensità del mare di Paraggi e gli stazzi della Gallura, la durezza della campagna sarda, i luoghi dei concerti - vero filo conduttore del libro - dalla prima apparizione in pubblico nel 1975 sino all’ultima, nel 1998. Fabrizio ci ha lasciato da sette anni ma il suo testamento spirituale è più attuale che mai.
Il libro, esaurito nella prima edizione (Demos, Cagliari 1997), è stato riproposto da Fratelli Frilli Editori in una nuova edizione completamente rivista ed ampliata nel 2000. Dopo l'uscita in formato tascabile (2002), anch'essa esaurita, viene ora riproposto in edizione supereconomica. Questa nuova ristampa è dedicata dall'autore del libro a Dori Ghezzi, motore tenace della Fondazione De André.