Benvenuto in Frilli Editori

"TORINO OBIETTIVO FINALE" di Rocco Ballacchino

E-mail Stampa PDF

pagg. 224 coll. I Tascabili Noir € 10,90 Isbn 9788869431548

ACQUISTA QUESTO TITOLO ADESSO CON SCONTO -15% + 1 LIBRO OMAGGIO CLICCA SU: "TORINO OBIETTIVO FINALE"


La serenità del commissario Sergio Crema viene nuovamente turbata dall'incontro con il critico cinematografico Mario Bernardini che lo invita a riaprire il caso dell'omicidio di Carmen Mercadante, apparentemente già risolto da alcuni colleghi e dall'onnipresente dottoressa Bonamico, il suo magistrato del cuore. Il poliziotto, spalleggiato dal fidato Quadrini, raccoglie la sfida del critico e inizia la sua personale battaglia per assicurare alla giustizia il vero colpevole di quel delitto, senza immaginare che finirà dentro una storia più grande di lui, in cui quell'omicidio è solo la piccola tessera di un grande puzzle. Mario Bernardini, dopo l'iniziale coinvolgimento in quella vicenda, sarà costretto ad affrontare un subdolo nemico senza volto che lo renderà, per una volta, fragile e indifeso. Mentre Parigi è vittima degli attentati del novembre 2015, anche il commissario Crema dovrà confrontarsi con la ricerca delle radici del male, nel tentativo di comprendere quale sia l'obiettivo finale di chi decide di cambiare la società ignorando le “armi” della democrazia.


Rocco Ballacchino Laureato in Scienze della comunicazione, ha curato la sceneggiatura dei cortometraggi Poison (2009) e Doppio Inganno (2010). È autore dei gialli, editi da Il Punto - Piemonte in Bancarella, Crisantemi a Ferragosto (2009), Appello mortale (2010) e Favola Nera (2012), quest'ultimo scritto a quattro mani con il giornalista Andrea Monticone. I suo ultimi noir, Trappola a Porta Nuova, Scena del crimine-Torino piazza Vittorio e Trama imperfetta-Torino piazza Carlo Alberto sono stati pubblicati dai Fratelli Frilli Editori (2013-2015). È tra i fondatori del collettivo di scrittori ToriNoir con cui ha pubblicato la MemoNoir2016 e l’antologia di racconti La morte non va in vacanza (2015 Golem Edizioni). Il suo sito è www.roccoballacchino.it

"IL GIALLO DI CASERME ROSSE" di Massimo Fagnoni

E-mail Stampa PDF

pagg. 280 coll. I Tascabili Noir € 11,90 Isbn 9788869431555

ACQUISTA QUESTO TITOLO ADESSO CON SCONTO -15% + 1 LIBRO OMAGGIO CLICCA SU: "IL GIALLO DI CASERME ROSSE"


Dicembre 1943. Andrea Fanti, un giovane bolognese decide di abbandonare Bologna per unirsi ai partigiani e scompare nel nulla. Bologna 2014. Durante l’inaugurazione di una lapide a memoria dei deportati delle Caserme Rosse il presidente di una grossa cooperativa bolognese dichiara che l’associazione per il recupero della memoria cittadina vuole aprire un’indagine per indagare sulla scomparsa di alcuni uomini e donne avvenuta durante la seconda guerra mondiale, cominciando proprio dal giovane Andrea Fanti, scomparso all’età di 17 anni. Trebbi verrà ingaggiato per risolvere questo caso freddo e per concludere la missione si spingerà fino in Polonia. Inizia il terzo caso per l’investigatore privato Galeazzo Trebbi che dovrà immergersi in una oscura vicenda fra misteri mai svelati, segreti inconfessabili e nuovi poteri emergenti. Come al solito la verità non sarà né facile, né scontata.


Massimo Fagnoni. Cinquantasei anni, bolognese, laureato in Filosofia, ha lavorato a lungo nei servizi sociali e psichiatrici della sua città. Da 13 anni fa parte della Polizia Municipale di Bologna. Dalla collaborazione con le forze dell’ordine è nato il desiderio di narrare storie noir. È anche autore di: Bologna all’Inferno 2010, Giraldi editore, La ragazza del fiume, 2010, 0111 edizioni, Belva di città, 2010 Eclissi editore, primo romanzo della serie del maresciallo Greco che nel 2011, ha vinto il primo premio al concorso letterario “Lomellina in giallo“, Cielo d'agosto, 2012 Eclissi editore, secondo romanzo della serie del maresciallo Greco, Solitario bolognese, 2013, Giraldi editore, Lupi neri su Bologna, 2013, Minerva Edizioni, Il silenzio della bassa, Fratelli Frilli Editori 2014, Bologna non c’è più, Fratelli Frilli Editori 2105, primo premio al concorso letterario “I Sapori del giallo, poliziotti che scrivono”, Vuoti a perdere, 2015 Eclissi Editrice, Bolognesi per caso, racconti. 2016 Giraldi Editore.

BUON VIAGGIO MARCO FRILLI

E-mail Stampa PDF

 

Sabato sera, nel giorno del suo sessantottesimo compleanno, è mancato l'Editore Marco Frilli. Malato dall'inizio dell'anno ha combattuto come un leone sino alla fine, come spesso aveva dovuto fare nella vita. Dopo averci regalato un ultimo dei suoi sorrisi si è addormentato e senza sofferenza è andato via. Siete in tantissimi a scriverci, molti di voi non hanno avuto mai occasione di conoscerlo di persona ma a giudicare dai numerosi commenti credo vi sia arrivato molto di quest'uomo e soprattutto dell'amore che ha sempre messo nel lavoro e nella sua famiglia. Martedì 4 ottobre alle 10 ci sarà la funzione alla Chiesa di S. Maria della Castagna a Quarto. Adorava i girasoli che mettono allegria, non amava i fiori recisi. Se invece dei fiori volete fare una donazione il suo e il nostro consiglio è per l'Associazione Gigi Ghirotti che in questi ultimi due mesi lo ha accolto e ospitato. Sono strutture che svolgono un ruolo importante e vanno aiutate e sostenute continuamente. Nel caso, vi prego di indicare nell'oggetto che la donazione viene fatta "in memoria di Marco Frilli": - Versando sui conti correnti:

- n. 000000500780 presso Carige – agenzia 60 – Genova IBAN IT 48 N 06175 01448 000000 500780

- n. 101063224 presso UNICREDIT: Agenzia Corso Gastaldi - GENOVA IBAN IT 18 J 02008 01403 000101 063224

- n. 112923 presso BANCA PROSSIMA, GENOVA IBAN IT71 R033 5901 6001 0000 0112 923

- n. 16703167 presso Bancoposta SpA - GENOVA IBAN IT 17 F 07601 01400 000016 703167 CONTO CORRENTE POSTALE n. 16703167


Grazie a tutti per l'affetto e il vostro caloroso abbraccio.

" ULTIMA NOTTE IN OLTREPO' " di Alessandro Reali

E-mail Stampa PDF

pagg. 224 coll. I Tascabili Noir € 11,90 Isbn 9788869431500

ACQUISTA QUESTO TITOLO ADESSO CON SCONTO -15% + 1 LIBRO OMAGGIO CLICCA SU: " ULTIMA NOTTE IN OLTREPO' "


Trame oscure e raccapriccianti si intrecciano intorno a una efferata esecuzione a Pavia. Intanto, a Fortunago, incantevole borgo, perla dell'Oltrepò Pavese, il mistero aleggia sulla scomparsa del conte Simeone di Oramala. Sambuco e Dell'Oro, incaricati dagli amici del conte di far luce sul caso, respireranno atmosfere gravide di intrighi e sospetti che rimbalzano tra le colline dell'Oltrepò, Voghera e Pavia, come le palline impazzite di un flipper diabolico. E Sambuco si ritrova a fare i conti con il suo cuore che, inaspettatamente, riprende a palpitare.


Alessandro Reali è nato a Pavia il 4 febbraio 1966. Per Fratelli Frilli Editori ha già pubblicato Fitte nebbie. La prima indagine di Sambuco & Dell'Oro (2012 III ed.), La morte scherza sul Ticino. La seconda indagine di Sambuco & Dell'Oro (2013 II ed.), Risaia crudele. Quei giorni dell'inverno del '45 (2014), Sambuco e il segreto di viale Loreto. La nuova indagine di Sambuco & Dell'Oro (2014), Ritorno a Pavia. Un altro Natale per Sambuco & Dell'Oro (2015) e La Bestia di Sannazzaro. Lomellina, inverno di guerra 1917 (2016).

"VITA, MORTE E LOTTA NEL SITO CONTAMINATO DI CASALE MONFERRATO" di Fanny Guglielmucci

E-mail Stampa PDF

pagg. 176 coll. Psicologia Clinica e Storia € 15,00 Isbn 9788869431494

ACQUISTA QUESTO TITOLO ADESSO CON SCONTO -15% + 1 LIBRO OMAGGIO CLICCA SU: "VITA, MORTE E LOTTA NEL SITO CONTAMINATO DI CASALE MONFERRATO"


Vivere in un sito contaminato spesso implica ammalarsi di malattie e tumori professionali, eventi tragici e dolorosi che colpiscono il corpo e l’animo di molte persone. La sofferenza per una malattia non giusta, legata al posto di lavoro e di vita, pervade tanto le vittime quanto i sopravvissuti e si tramuta in rabbia, colpa, odio e vergogna. Il libro descrive le esperienze di molte persone – in particolare di Ida ma non solo – residenti a Casale Monferrato, una cittadina piemontese nota per la lavorazione dell’amianto, che negli anni ha regalato un’illusoria sicurezza e benessere economico, ma che ha richiesto però di pagare col tempo un dazio molto alto: la vita di centinaia di cittadini. Racconta la fatica e il dolore che si prova quando si cerca di dare un senso a un dramma comunitario, che però sfugge. “Vivere in quei posti lì con i rancori, i terrori”, come raccontano alcune persone, implica vivere con la morte sempre sullo sfondo, in una continua lotta tra amore e odio, vita e morte, una lotta che indebolisce i legami sociali e rende l’amore, la fiducia e la speranza esperienze affettive nomadi, difficili da intercettare. Eppure, queste ultime sono ancora presenti nell’animo umano e possono essere ricontattate. In questi scenari, l’esperienza terapeutica in gruppo consente una trasformazione dei ricordi traumatici e un’emancipazione da un copione vittimario. Il gruppo diventa così un luogo di prossimità di sguardo e ascolto tra individui, capace di rifondare la fiducia nell’altro e dunque di riaccendere quella spinta propulsiva a vivere là dove era morta.


Fanny Guglielmucci è psicologa, psicoterapeuta e Specialista in Psicologia Clinica. Collabora dal 2013 con il Dipartimento di Psicologia dell’Università degli Studi di Torino in qualità di cultrice della materia in Psicologia Clinica. È, inoltre, membro del Gruppo di Ricerca-Intervento “Valutazione psicologica e presa in carico globale della persona affetta da mesotelioma” presso la medesima Università, coordinato da Antonella Granieri. Antonella Granieri è psicoanalista, Membro Ordinario della Società Psicoanalitica Italiana (SPI) e dell’International Psychoanalytic Association (IPA), Professore Associato Confermato di Psicologia Clinica e già Direttore della Scuola di Specializzazione in Psicologia Clinica dell’Università degli Studi di Torino. Insieme con Michele Ruggiero dirige la collana “Psicologia clinica e Storia” per Fratelli Frilli Editori. Laura Ambrosiano è psicoanalista, Membro Ordinario con Funzioni di Training della Società Psicoanalitica Italiana (SPI) e dell’International Psychoanalytic Association (IPA). È docente a contratto presso la Scuola di Specializzazione in Psicologia Clinica dell’Università degli Studi di Torino.

Pagina 6 di 31