Benvenuto in Frilli Editori

"IL DELITTO DI VIA BRERA. Milano, 1952" di Dario Crapanzano (II ed.)

E-mail Stampa PDF

pagg. 192 coll. I Tascabili Noir € 9,90

Isbn 9788875637484

ACQUISTA QUESTO TITOLO ADESSO CON SCONTO -15% + 1 LIBRO OMAGGIO

CLICCA SU: IL DELITTO DI VIA BRERA. MILANO, 1952

 

È una calda mattina di luglio del 1952 quando la bellissima Mariangela scopre il cadavere del suo principale, titolare di uno studio pubblicitario in via Brera, riverso sulla scrivania con un vistoso squarcio alla tempia, palesemente vittima di un omicidio.Il compito di scoprire l’assassino spetta a Mario Arrigoni, commissario capo del Porta Venezia. L’indagine rivela lentamente e faticosamente luci e ombre, più ombre che luci,della vita del defunto, attraverso interrogatori che coinvolgono svariati personaggi appartenenti al mondo della vittima. Ma l’inchiesta non va avanti come il commissario vorrebbe: mancano testimoni e prove e, soprattutto, non emergono moventi credibili, tanto che si potrebbe sospettare di tutti e di nessuno...Il caso sembra arrivato a un punto morto finché, grazie alla messa a fuoco di un particolare apparentemente insignificante, Arrigoni trova la chiave di volta per arrivare alla più sorprendente delle soluzioni

"SIGNORINA REGINA. Vitale indaga in Brianza" di Antonio Caron

E-mail Stampa PDF

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

pagg. 256 coll. I Tascabili Noir € 9,90

Isbn 9788875637217

ACQUISTA QUESTO TITOLO ADESSO CON SCONTO -15% + 1 LIBRO OMAGGIO

CLICCA SU: SIGNORINA REGINA

 

Il libro: Sebastiano Vitale - maresciallo aiutante dei carabinieri diventato luogotenente medita di andarsene in pensione. Ha inoltrato domanda e già pregusta gli agi di una confortevole esistenza con moglie e casetta da poco ristrutturata fra vigneti piemontesi. All’ultimo momento gli si chiede d’occuparsi della chiusura per “ristrutturazione” di una Stazione carabinieri in una località lombarda a nord di Milano. Altro che incarico da assolvere in pochi giorni... tra capo e collo gli capita subito l’inspiegabile omicidio d’una nota segretaria comunale che scombussola l’intera comunità. L’indagine si snoda fra paesaggi a ridosso di laghi a due passi dalla “mitica” Svizzera. Il nostro si imbatte in losche attività, sedicenti nomadi dotati di sofisticate apparecchiature, un corollario di personaggi alle prese con telefonate lecite e illecite e attività di Servizi Segreti nostrani e stranieri. Il finale rivelerà insospettabili colpevoli (sennò che giallo sarebbe) e complotti.

"FITTE NEBBIE" di Alessandro Reali

E-mail Stampa PDF

pagg. 160 coll. I Tascabili Noir € 9,90

ACQUISTA QUESTO TITOLO ADESSO CON SCONTO -15% + 1 LIBRO OMAGGIO

CLICCA SU: FITTE NEBBIE


Il libro: Agenzia Investigativa Sambuco e Dell’Oro, con sede a Pavia, in Borgo Ticino. In un appartamento, dalla cui finestra si può vedere il fiume, svolgono la loro attività i nostri due detectives. Gigi Sambuco, il capo, un uomo tranquillo, riflessivo, che guarda alla vita e alle inchieste in modo disincantato, anche a causa del dolore profondo che cela nel cuore: la morte del figlio ancora bambino. Selmo Dell’Oro, il socio, viene dalla strada. Si vede e si sente. È un ex teppista, con una morale discutibile, nessun senso di responsabilità e una passione ossessiva per le donne. In questa loro prima avventura, ambientata agli albori di “tangentopoli”, li troviamo alle prese con un tipo molto eccentrico, un vecchio compagno di classe di Sambuco, che chiede l’aiuto del detective per scoprire l’arcano che si cela dietro la morte violenta della sua compagna...

"IL GIALLO DI VIA TADINO. Milano, 1950" di Dario Crapanzano

E-mail Stampa PDF

pagg. 168 coll. I Tascabili Noir

ACQUISTA QUESTO TITOLO ADESSO CON SCONTO -15% + 1 LIBRO OMAGGIO

CLICCA SU: IL GIALLO DI VIA TADINO. MILANO, 1950

 

Milano, 1950. È sera, una fredda e buia serata invernale, piove a dirotto. In una vecchia casa di ringhiera, a Porta Venezia, il
corpo di una bella donna sulla quarantina, sposata e madre di due figlie, si sfracella sui ciottoli del cortile, precipitando dal
quarto piano. L’inchiesta tocca a Mario Arrigoni, commissario capo del Porta Venezia. Tutto farebbe pensare a un suicidio, ma qualcosanella dinamica dei fatti non convince Arrigoni. Comincia così un’indagine che si svolge in una Milano grigia e fredda, da poco uscita da una guerra le cui macerie sono ancora visibili nelle strade. Mentre intorno sopravvivono usi e costumi destinati presto a sparire. Il piccolo mondo dei coinquilini della presunta suicida sfila davanti ad Arrigoni, rivelando diversi personaggi curiosi, una portinaia molto perspicace, nonché miserie, ambizioni frustrate osbagliate, velleità… Al termine degli interrogatori, il collaudato metodo investigativo e una felice intuizione portano il commissario Arrigoni alla soluzione del caso, una soluzione del tutto imprevedibile quanto amara.

"TOCCALOSSI E IL BOSS CARDELLINO" di Roberto Centazzo (prefazione di Bruno Morchio)

E-mail Stampa PDF

 

 

pagg. 288 coll. I Tascabili Noir € 4,90

Isbn 9788875636968

ACQUISTA QUESTO TITOLO ADESSO CON SCONTO -15% + 1 LIBRO OMAGGIO

CLICCA SU: TOCCALOSSI E IL BOSS CARDELLINO


Ferragosto: quale giorno migliore per iniziare a stilare una complessa requisitoria su un traffico di immigrati cinesi clandestini? L'ennesimo espediente di Toccalossi per procrastinare ulteriormente la partenza delle tanto detestate vacanze. Il maresciallo Centofanti, suo aiutante, non si tira indietro e resta a fargli compagnia, fotocopiando migliaia di fogli. Ma, a sera, la carta per le fotocopie è esaurita. Centofanti inizia a rovistare ovunque per trovarne un po'. In un cassetto rinviene per caso una foto che ritrae Toccalossi giovane: una foto del 1977, a cui è pinzata una lettera, una missiva che inequivocabilmente sancisce la fine di una storia d'amore. Centofanti, incuriosito, cerca di saperne di più. Toccalossi lo accontenta raccontando con nostalgia la storia di quello scatto: all'epoca, appena ventiquattrenne, era giudice istruttore a Genova. Nella sua prima indagine si occupò di dare la caccia al boss Vito Cardella, in arte Cardellino, uno spaccone di periferia ambizioso e spregiudicato desideroso di unirsi al clan dei marsigliesi per importare in Italia la droga. Un agosto insolito, passato in ufficio, tra i ricordi e il lavoro, con la meticolosità di chi sa, per esperienza, che l'errore giudiziario è sempre dietro l'angolo, e deve impegnarsi al massimo per evitarlo.

Pagina 30 di 31