Benvenuto in Frilli Editori

"I SUSSURRI DELL'ANIMA" di Enrico Popolo

E-mail Stampa PDF

pagg. 220 coll. Varia € 16,00

ACQUISTA QUESTO TITOLO ADESSO CON SCONTO -15% + 1 LIBRO OMAGGIO

CLICCA SU: I SUSSURRI DELL'ANIMA


Il protagonista de "I sussurri dell'anima" è un uomo logico ed estremamente razionale. Un giorno qualcuno gli rivela che in ognuno di noi esiste un'altra natura, più profonda e spirituale, che vive e pulsa al pari della prima. Secondo lo sconosciuto, in essa è contenuta la nostra verità ed i nostri desideri, ed il tempo che le appartiene, la rende capace di conoscere l'errata via del nostro procedere. Subito egli non accetta ed oppone scetticismo, ma il destino è dietro l'angolo, e lo chiama alla scoperta di sé. L'incontro con un bambino che non può evitare , lo induce a scrivere una favola per soddisfare i suoi capricci, ma nel farlo si accorge che a dettare le parole non è la sua mente, ma una sconosciuta parte di sé che chiede di essere ascoltata. Così l'uomo incontra la sua anima ed essa gli chiede di scrivere per lei. Il protagonista, ormai arreso al disegno del suo destino, diventa il tramite di messaggeri spirituali, che lo usano per veicolare i messaggi voluti dal cielo. Il linguaggio dell'anima sarà il fine ultimo del cammino dell'autore, che accettando la sua duplice natura, umana e spirituale, finalmente riconosce la sua missione e trova il senso della sua vita.

"ARRIGONI E IL CASO DI PIAZZALE LORETO - MILANO, 1952" di dario crapanzano

E-mail Stampa PDF

pagg. 176 coll. I Tascabili Noir € 9,90

ACQUISTA QUESTO TITOLO ADESSO CON SCONTO -15% + 1 LIBRO OMAGGIO

CLICCA SU: ARRIGONI E IL CASO DI PIAZZALE LORETO


Milano, 1952. In una gelida mattina di dicembre, in una viuzza intorno a via Porpora, il corpo di una giovane e bella donna bionda viene ritrovato senza vita all'interno della sua Topolino amaranto: uccisa, come si scoprirà dall'autopsia, da una letale iniezione di cianuro. Si tratta di Gilda Dell'Acqua, proprietaria di un bar tabacchi in piazzale Loreto. L'inchiesta, condotta dal commissario capo del Porta Venezia Mario Arrigoni, coinvolge il pittoresco mondo dei frequentatori del locale, la gemella della vittima, uno zio sfuggente e lascivo, un attempato ed enigmatico marchese e signora, il gestore di una bisca clandestina, una splendida amica dai costumi disinvolti... Gli investigatori si muovono fra eventi dove fanno capolino eccitanti festini, relazioni ambigue, la droga e il gioco d'azzardo. Ma l'indagine non procede di un passo: non emergono moventi attendibili ne' tanto meno prove, e i sospetti si dissolvono come neve al sole. Arrigoni è ormai pronto ad alzare bandiera bianca e a chiudere l'indagine con un nulla di fatto, quando un brillante guizzo intuitivo dell'ispettore Giovine riapre i giochi creando le premesse per arrivare alla più impensabile e sconvolgente soluzione del caso.


L'autore Dario Crapanzano nasce a Milano, dove frequenta il liceo classico e si laurea in giurisprudenza all'Università degli Studi. Nel mezzo, si diploma all'Accademia d'Arte Drammatica Filodrammatici di Esperia Sperani, partecipando poi a diversi spettacoli con il Trebbo di Toni Comello. Inizia la sua attività lavorativa come redattore editoriale, entrando poi nel settore pubblicitario. Partito come copywriter, ottiene in seguito la direzione di un'importante agenzia americana, che lascia per fondare una propria struttura, acquisita successivamente per la parte maggioritaria dal Gruppo Havas. Qui, è amministratore delegato fino al 2005, anno in cui si ritira cedendo al Gruppo le sue quote residue. Ha scritto nel 1970 “A Milano con la ragazza...e no (guida sentimentale milanese)” e nel 2008 “Ciao, ipocondriaco (lettere a un malato immaginario)” editi da Accademia Vis Vitalis. Con Fratelli Frilli Editori ha pubblicato nel 2011 “Il giallo di via Tadino. Milano, 1950” (VI ed.) e nel 2012 “La bella del Chiaravalle. Milano, 1952” (IV ed.) e “Il delitto di via Brera. Milano, 1952” (II ed.).

"LA MORTE SCHERZA SUL TICINO - La seconda indagine di Sambuco & Dell'Oro" di alessandro reali

E-mail Stampa PDF

pagg. 144 coll. I Tascabili Noir € 8,90

ACQUISTA QUESTO TITOLO ADESSO CON SCONTO -15% + 1 LIBRO OMAGGIO

CLICCA SU: LA MORTE SCHERZA SUL TICINO


Manie sessuali represse, ricordi opprimenti di un passato doloroso, amore per l'arte e una vita di abitudini, in apparenza normali, celano il “male di vivere” di Giorgio Grechi, rispettabile insegnante di Lettere del Liceo Classico, ormai in pensione. In una Pavia che attende, timorosa ma incuriosita, l'ondata dell'ennesima piena del “suo” Ticino, sotto una pioggia battente e incessante, crescono a dismisura la sofferenza, l'ansia e le pulsioni borderline del professor Grechi, invischiato, per gioco, nelle ardite trame erotiche di Silvana, giovane e annoiata rampolla della Pavia Bene. I suoi occhi magnetici, il suo corpo flessuoso, eccitante e famelico, spingono oltre il limite e fanno straripare la sessualità malata, ormai fuori controllo, di Giorgio Grechi. Finchè l'enormità di un dolore esistenziale, fino ad allora mascherato ma radicato e non più sopportabile, supera il livello di guardia... Nella loro seconda indagine, i detectives pavesi Gigi Sambuco e Selmo Dell'Oro, dell'Agenzia Investigativa Sambuco & Dell'Oro, con sede in Borgo Ticino, sono catturati in una tela di ragno, torbida e penosa, che raggiunge la sua epifania in un giorno di febbraio, freddo e bianco di neve, a Pavia.


L'autore Alessandro Reali nasce a Pavia il 4 febbraio 1966. Lavora presso un laboratorio chimico ENI. Legge molto. Ama l'arte. Ascolta i cantautori italiani, Bob Dylan, il blues e il jazz. Gli piace la quiete, fumare la pipa, il toscano e, ogni tanto, fare notte in birreria con gli amici di sempre. Per Fratelli Frilli Editori ha già pubblicato “Fitte nebbie. La prima indagine di Sambuco & Dell'Oro” (2012).

PRESENTAZIONE "BOLOGNA DESTINAZIONE NOTTE"

E-mail Stampa PDF

  «La città, nel giallo, è il bicchiere che contiene il vino. Nel noir, è il vino stesso». Così, con una metafora, Roberto Carboni, dà un’anima al suo ultimo libro, Bologna. Destinazione Notte”, che sarà presentato martedì 24 settembre, alle 18, alla Feltrinelli di piazza Ravegnana (Bologna).  Fino a poche settimane fa taxista di professione, insegnante di scrittura creativa per passione, autore di noir per vocazione, Carboni, classe 1964, residente a Sasso Marconi,  ha ambientato il testo a Bologna. «E’ una città strana, accogliente di giorno e misteriosa di notte, ideale per sviluppare un noir». Ed è su questo concetto, noir, che Carboni mette l’accento. «Molti lo confondono con il giallo, ma non è così, sono generi diversissimi e lontanissimi l’uno dall’altro. Il giallo – spiega – è pieno di regole, ha uno scopo sociale e infatti il colpevole viene sempre individuato. Il noir è altro». Ben 213 pagine, tanto è lungo il libro, per sviscerare l’odissea di Annibale Dori, il protagonista, tassista notturno appassionato di jazz.  Tra donne e locali, si rinvengono corpi mutilati, si sviluppano indagini della Polizia, vengono perpetrati omicidi. Eppure, Carboni assicura che «per quanto sia un romanzo crudo, la violenza è fatta più che altro intuire e non diventa mai volgarità. C’è il male, ma ci sono anche personaggi positivi, non esclusivamente ‘grigi’».  Soddisfatto Carboni dell’approdo alla Fratelli Frilli Editori di Genova, tra le poche case editrici italiane che anche in tempi di crisi si sta consolidando sullo Stivale, con una costante ricerca di autori italiani esmergenti. «E’ stato un salto di qualità notevole – conferma Carboni». Soddisfatto anche Carlo Frilli, l’editore. «Noi crediamo che ogni territorio abbia le sue peculiarità, che le storie debbano essere ambientare in città vere, in tempi e luoghi che i lettori conoscono o possano riscoprire. E’ fondamentale per la credibilità del testo». Ad introdurre Carboni, martedì, sarà l’avvocato penalista Francesco Vitali. Ad interloquire con l’autore, la giornalista Camilla Ghedini. Letture dell’attore teatrale Michele Davalli.

"BOLOGNA DESTINAZIONE NOTTE" di roberto carboni

E-mail Stampa PDF

pagg. 215 coll. I Tascabili Noir € 9,90

Isbn 9788875639037

ACQUISTA QUESTO TITOLO ADESSO CON SCONTO -15% + 1 LIBRO OMAGGIO

CLICCA SU: BOLOGNA DESTINAZIONE NOTTE


IL LIBRO: A Borgo Panigale, sui gradini di un negozio di giocattoli, di fronte al centro commerciale, fu rinvenuto il primo piede. Così ha inizio l'odissea di Annibale Dori, originale tassista notturno appassionato di jazz. In una Bologna fredda, buia, piovosa e desolata. Terrorizzata da un maniaco che rapisce e tortura a morte le sue vittime. Fanno da cornice un'affascinante misteriosa donna e un locale infilato nello stomaco di Bologna, dove suona Al il pazzo, amico fraterno di Annibale e leggendario pianista jazz. Mentre si susseguono i rinvenimenti dei corpi mutilati, la polizia è continuamente beffata dal mostro, e le tesi degli esperti si sgretolano a ogni nuovo omicidio. L'assassino agisce sempre più in fretta, compulsivamente. E tutti oramai sanno che, se qualche fortunato indizio non imprimerà una svolta alle indagini, presto qualcuno si troverà un altro piede mutilato sotto gli occhi.

L'AUTORE:  Roberto Carboni, classe 1968, autore bolognese al quinto romanzo (C'era lInferno in via de' Giudei, Per i buoni sentimenti rivolgetevi altrove, Nero bolognese, Alle spalle del Nettuno), racconta la realtà urbane notturne che i diciotto anni alla guida del suo taxi gli hanno fatto conoscere. Perchè ci sono tante Bologna, alcune conosciute da tutti, altre invece rimangono nascoste tra le ombre dei portici o mormorate sul sedile posteriore di un'auto pubblica, e meritano di essere raccontate. Con BOLOGNA DESTINAZIONE NOTTE, l'autore esplora il campo del Neo-noir, la corrente più cruda del romanzo nero, e racconta una storia macabra e inquietante, dagli sconvolgenti risvolti psicologici, calando il lettore dentro la mente del maniaco, sempre più indietro nel tempo. Fino alla piovosa notte di quarantatrè anni prima, quella in cui tutto ha avuto origine. Un romanzo scorretto, forte e senza compromessi, che non dà respiro.

Pagina 28 di 34